Negli ultimi anni sta avendo un grande riscontro una nuova modalità di terapia psicologica: La Walk & Talk Therapy. E’ una pratica unica che combina la tradizionale terapia della parola con l’esercizio fisico del camminare. L’incontro di terapia si svolge all’aperto mentre il terapeuta e il cliente camminano e parlano insieme.

Per chi è la terapia Walk & Talk?

La terapia Walk & Talk è una scelta eccellente per i pazienti che stanno attraversando una transizione di vita, sperimentando ansia o depressione, affrontando il dolore e la perdita, lavorando attraverso il trauma, lottando con l’immagine del corpo o lavorando per superare ostacoli personali o professionali. Questa modalità di terapia funziona anche bene per le neo mamme che stanno affrontando un nuovo momento della loro vita, ricco di emozioni nuove e spesso disorientanti.

Perché la terapia Walk & Talk?

Walk & Talk Therapy fa muovere il paziente, sia letteralmente che figurativamente. Sedersi è passivo, è una postura “sgonfiata”, mentre camminare è letteralmente un passo avanti: le persone hanno la sensazione di andare avanti nei loro problemi e possono affrontare le cose meglio e più velocemente.
La terapia fuori dallo studio aiuta ad aprirsi e a sentirsi più a proprio agio, specialmente per chi ha delle difficoltà nel parlare di sé, chi è bloccato in un momento particolare della vita e non riesce ad andare avanti, o anche chi ha difficoltà ad entrare in contatto visivo, dato che si cammina di fianco all’altro. Permette di aprirsi più facilmente in una situazione più confidenziale e meno rigida. Si è più aperti a nuove idee, il cervello lavora in modo diverso e si è più ricettivi al feedback del terapeuta.

A questo si aggiunge il potere curativo della natura: in primo luogo essere all’aperto e al sole fa rilasciare Vitamina D che alza il livello dell’umore. La maggior parte delle persone ha carenza di questa vitamina, fondamentale ancor di più quando si soffre di ansia o depressione.
In secondo luogo camminare velocemente per più di 20 minuti rilascia endorfine che fanno migliorare anch’esse l’umore. Camminare fa pompare il sangue e il sistema linfatico, cosa che fa bene al cervello. La maggior parte dei clienti riferisce, oltre ai progressi della terapia, che si sente più radicata, percepisce un aumento dell’energia, ha meno tensione corporea e si sente riposata.

Camminare stimola infatti entrambi i lati del cervello (stimolazione bilaterale) per promuovere e mantenere la salute psicofisica e innesca una sensazione positiva nel corpo, migliora il sonno, aumenta l’energia, abbassa la pressione sanguigna e rafforza il cuore, gli altri muscoli e le ossa mentre dal punto di vista emotivo contribuisce nella riduzione dello stress, nell’abbassamento dei sentimenti di ansia e depressione, aiuta a rafforzare l’autostima.

Riservatezza e Walk & Talk.

Durante un incontro Walk & Talk si applicano le stesse regole di riservatezza di una normale seduta di terapia. Se si incontra qualcuno che si conosce durante la sessione si può semplicemente salutare ed andare avanti perché non è esplicito quello che sta succedendo, non c’è nulla che lasci presagire che quella è una terapia.

Come funziona la terapia Walk & Talk.

Le sessioni Walk & Talk si svolgono anche a Latina durante le ore più tranquille della giornata in un parco, percorso verde o sul lungomare,  dal lunedì al sabato. Le sessioni all’ora di pranzo sono molto richieste.
I pazienti arrivano all’incontro con scarpe comode e una bottiglia d’acqua. L’incontro inizia e termina allo stesso punto e può durare fino a un’ora. Le passeggiate variano di intensità ed è il paziente che decide il ritmo e la velocità a seconda del suo benessere e del suo stato di allenamento.
Per pianificare la tua prima sessione di Walk & Talk Therapy vai alla pagina dei contatti e richiedi un appuntamento.

Si prega di esplicitare eventuali richieste particolari per soddisfare al meglio le  esigenze personali ed individuare un programma personalizzato.


Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social network con i tuoi amici!