Le occasioni in cui è opportuno consultare uno psicologo sono di vario tipo e non sono necessariamente legate a un particolare arco di tempo, ma riguardano l’intero arco della vita.

La Consulenza e il Sostegno psicologico sono percorsi che servono per orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità della persona, aiutando a trovare strategie utili alla soluzione delle problematiche e a stimolare le risorse personali. Risultano utili nei casi in cui non viene riscontrato un disturbo psicologico, ma una specifica difficoltà quotidiana (affrontare una situazione critica, prendere una decisione, trovare una soluzione funzionale ai problemi incontrati, migliorare una relazione coniugale, familiare, affettiva, professionale o amicale).

 

LA CONSULENZA PSICOLOGICA

La consulenza psicologica è un intervento di breve-medio termine che si svolge in un numero limitato di incontri e offre l’opportunità di comprendere ed elaborare i propri problemi personali sociali o familiari, ed individuare le risorse e le strategie di risoluzione.
La consultazione è indicata per affrontare dei momenti di difficoltà che possono verificarsi in qualsiasi momento, in particolare durante alcune fasi più delicate della vita (adolescenza, gravidanza, ingresso nell’età adulta, malattia, lutti, separazioni, etc.) o in vari momenti del nostro percorso personale (di studio, lavorativo, familiare, sociale o di coppia o momenti di cambiamento importanti).
In questi momenti i livelli di stress diventano così elevati da minare la stabilità psicofisica portando spesso a somatizzazioni o a varie forme di disagio sia personale che relazionale. Attraverso la consulenza psicologica è possibile focalizzare l’attenzione su queste problematiche, individuando le cause, gli obiettivi che si vorrebbero raggiungere e le possibili soluzioni.
Il servizio di consulenza psicologica propone un intervento individualizzato a seconda delle particolari esigenze di chi ne fa richiesta.

 

 IL SOSTEGNO PSICOLOGICO

E’ un tipo di intervento che si propone di dare un supporto emotivo alla persona che chiede aiuto in un particolare momento di crisi o difficoltà di tipo esistenziale. Il fine è quello di rafforzare la persona e le sue capacità di adattamento.
La comprensione e la partecipazione empatica dello psicologo nei confronti della sofferenza del paziente costituiscono un sostegno  importante volto a migliorare ed accrescere le competenze di mutamento e adattamento della persona rispetto alla particolare situazione problematica (lutti, separazioni, perdita del lavoro, difficoltà relazionali, cambiamenti connessi al ciclo di vita: menopausa, pensionamento, malattia di un membro della famiglia, ecc.)
La relazione che si stabilisce con lo psicologo permette quindi di migliorare il contatto con se stessi, con il proprio ambiente, con la propria quotidianità.